Yoga patrimonio dell’umanità. Convegno FIY in occasione dei 45 anni della fondazione

Yoga patrimonio dell’umanità: è questo il tema al quale sarà dedicato il convegno straordinario che la Federazione Italiana Yoga ha organizzato in occasione del quarantacinquennale dalla sua fondazione, che risale al 1974. Il convegno si svolgerà da venerdì 4 ottobre a domenica 6 ottobre 2019 al Green Park Resort di Calambrone, sul lungomare delle famose spiagge di Tirrenia, in provincia di Pisa.

Lo yoga affonda le sue radici nell’antichità e oggi nella nostra società contemporanea viene sempre più riconosciuta la sua validità come disciplina olistica che va a lavorare sull’essere umano quale insieme di corpo, cuore, mente e spirito, contribuendo ad accrescerne la salute e la consapevolezza. Per questo, l’Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza Sociale e Naturale e la Cultura), nel corso della sessione del suo Comitato Intergovernativo svoltasi ad Addis Abeba dal 28 novembre al 2 dicembre 2016, ha deciso, all’unanimità dei suoi 24 membri, di inserire lo yoga nella lista dei Patrimoni Immateriali dell’Umanità. La risoluzione sottolinea i benefici per tutta l’umanità dello Yoga che può essere praticato da chiunque «a tutte le età, senza discriminazione di sesso, classe o religione».

L’inclusione dello Yoga in questa lista è venuta ad aggiungersi ad altri due importanti riconoscimenti. Il primo è l’istituzione da parte dell’Onu, nel 2014, della Giornata Internazionale dello Yoga che viene celebrata ogni anno il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, per promuoverne la divulgazione e la pratica in tutto il mondo. Il secondo, nel 2018, l’inclusione di questa disciplina da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), fra gli strumenti per migliorare la salute globale.
Ciò che rende unico ed eterno lo Yoga, al di là del tempo e dello spazio fisico, è la visione globale dell’uomo che si concretizza in un approccio completo teorico-pratico, speculativo e insieme esperienziale, per il conseguimento del benessere psico-fisico, per un percorso di evoluzione spirituale e di miglioramento sociale.

In questa cornice, i relatori saranno prestigiosi esponenti della tradizione dello Yoga ed eminenti rappresentanti del mondo accademico e scientifico.
Interverranno: Swami Yogaswarupananda, vice presidente della Divine Life Society; Swami Atmapriyananda, vice rettore dell’Università Ramakrisna Mission Vivekananda; Nandi Krishnamurthy Manjunath, professore universitario e capo dei laboratori di ricerca Anvesana della Swami Vivekananda Yoga Anusandhana Samsthana (SVYASA) University di Bangalore; Vasuda Sharma, direttore generale dellaVyasa Health Care Pvt Ltd, Bengaluru; Indranill Basu Ray, cardiologo elettrofisiologo e presidente della American Academy for Yoga and Meditation in Medicine; Giuliano Boccali, professore di indologia e lingua e letteratura sanscrita all’Università degli studi di Milano.

I partecipanti al Convegno, avranno la possibilità di seguire le meditazioni del mattino, interessanti laboratori, condotti dagli illustri ospiti e le pratiche che saranno guidate dagli insegnanti federali Alessandra Bramini, Arianna Casadei, Francesco Motton, Sandro Paladina e Rita Valbonesi.

Per maggiori informazioni visita il sito https://www.yogaitalia.org

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com