Jacques Vigne: la luce dell’ovest

Di Agnese Codignola

Per chi, come me, non frequenta abitualmente seminari, corsi e incontri con esperti (a vario titolo) di yoga, ascoltare Jacques Vigne parlare per più di due ore è stata un’esperienza oltremodo interessante. Probabilmente perché il suo essere al tempo stesso un europeo e un medico, ma anche una persona che trascorre buona parte del suo tempo tra India e Nepal, studiando e meditando, o anche solo imparando da chi lo fa per tutta la vita, ne fa un personaggio per certi versi spiazzante. E questo, di per sé, è molto stimolante.

Jacques non rientra nelle categorie – spesso pregiudizi – abituali, non ha l’aspetto di uno yogi, né quello di un occidentale che si è naturalizzato indiano, e poi – tra le moltissime cose che racconta – parla di dati, di studi scientifici, di esperimenti condotti secondo tutti i crismi della medicina ufficiale, che solo ora sta arrivando a comprendere in che modo meditazione e pratica apportino benefici alla salute. E ne offre un assaggio certo di breve durata, ma che aiuta a capire quanto, a volte, sia sufficiente davvero poco per iniziare a cambiare la percezione di sé e lo proprio stato psicofisico.

Ma, soprattutto, ascoltare Jacques è un’esperienza che mette in discussione, perché spesso si pensa di non avere il tempo o il modo per approfondire argomenti e temi così affascinanti e per cercare anche da quelle parti strumenti che ci possano fare stare meglio. Jacques è la dimostrazione vivente di quanto si possa fare, anche solo meditando pochi minuti. E il risultato lo si vede nei suoi occhi: ridenti e splendenti, come raramente capita di vedere nelle nostre vite sempre avvolte da una nuvola di stress che ne offusca la luce. Jacques quella luce se la porta addosso, e la regala a chi gli sta intorno: un motivo più che sufficiente per leggere quanto ha da dire, nei suoi libri, e per incontrarlo ogni volta che si può.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com